IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO (DI IDEE)

La coerenza di Luigi Di Maio dal marzo 2018 al maggio 2019

1) Mai alleanze, mai spartizioni di poltrone. Governeremo da soli con ministri scelti per la loro competenza. Ed ecco a voi la lista.

2) Oops, non ho raggiunto la maggioranza. C’è qualcuno che vuole governare con me?

3) Yuhu, c’è nessuno? Pd? No, fate gli offesi, adesso? Lega? Vuoi governare tu con il mio appoggio? No, non hai capito: governo io con il tuo appoggio. No, io. No, io. Uff. Va bene, governiamo insieme, ok?

4) Che bello, si governa con la Lega! Matteo è fichissimo! Come? No, Silvio no. Ma no, Silvio non ce lo voglio. No, non ce lo voglio, non ci parlo nemmeno con Silvio! Ti ho detto che non ci parlo, cazzo a tutto c’è un limite, non mi posso sputtanare fino a questo punto. Ah, ci devo parlare per forza, almeno dure parole, sennò il governo non lo facciamo? Allora sai che ti dico. Vattenaffanculo. A te e al governo!

5) Allora sappiate che io con Matteo ho chiuso. Chiuso! Non lo voglio vedere più manco su skype è chiaro? Chiuso. Finito. Si vada a nuove elezioni. Massì, dai, facciamo che abbiamo giocato. Macché secondo mandato, io me ne faccio un altro che questo non valeva mica. La legislatura inizia quando inizia il governo. Eh sì, l’ho deciso io. Dunque elezioni subito! Elezioni subito!

6) Ehm.. Pd, c’è nessuno? Non è che per caso volete fare il governo con me? Madai io scherzavo quando vi ho detto tutte quelle brutte cose. Dai, facciamo un governetto insieme eh? Come dite? Martina dici che se ne può parlare? Grande! Dai, parliamone. Cosa, devi sentire i tuoi? Vabbé dai aspettiamo che senti i tuoi e poi facciamo questo governo. Oh, non fate scherzi che il premier lo faccio io non Roberto Fico eh. Chiaro? IO! Il Premier Sono Io! Cosa? Ti sei offeso perché nel frattempo Renzi è andato da Fazio e ha detto che non potete fare il governo con noi? Ma scusa chi è il reggente, tu o lui? Ah, sei tu ma non conti un cazzo? Lo sospettavo. Insomma niente governo? Niente? Vabbé ciao.

7) Si vada a nuove elezioni! Subito! La voce agli italiani! Stavolta anche con la stessa legge elettorale, tanto prenderemo il 90% delle preferenze e governeremo da soli! Al voto, al voto!

8) Che dici Matteo? Silvio ti ha dato il permesso di governare con me? Daaaaai, vero? E allora daje, facciamo questo governo del cambiamento!

9) Abbiamo fatto il governo del cambiamento! No, ma che alleanza, noi facciamo un contratto e poi lo sottoponiamo alla base, sì, quella che ce ne siamo fregati fino ad adesso. Un bel governo insieme! Visto che nessuno di noi due vuole far fare il premier a quell’altro, ci mettiamo un pupazzo, a fare il premier, e noi due ci spartiamo i ministeri più importanti, poi negli altri mettiamo un po’ dei suoi e un po’ dei miei. Ma sì, anche Giulia Bongiorno. Sì, proprio lei: l’avvocato di Andreotti nel processo per mafia, di Sollecito per l’omicidio Meredith, di assassini ed evasori fiscali, ex parlamentare di Berlusconi. Sì, proprio lei: è un governo del cambiamento. Del cambiamento di casacca! Del cambiamento di idee! Del cambiamento di ideali!

10) Scandalo! Mattarella non ci permette di fare ministro Savona, e allora il governo non lo facciamo! E Mattarella lo denunciamo per attentato alla Costituzione e alto tradimento e lo mandiamo in galera a vita! Il 2 giugno marcia su Roma! Presa della Bastiglia! Rivoluzione!

11) No, in realtà noi non ci siamo impuntati su Savona: noi avevamo proposto a Mattarella altri due nomi per il ministero. E’ lui che non li ha voluti! Cosa? Mattarella smentisce? Mattarella è bugiardo! Cosa? Smentisce anche Salvini? Ooops.

12) Mannò che denuncia per alto tradimento. Si faceva per scherzare! Dai Mattaré, facciamo pace. Facci fare ‘sto governo e famola finita, che noi pur di andare al potere siamo disposti anche a rinunciare a Savona. Oh, però a Savona gli dai un altro ministero eh, che Savona non può stare senza poltrona. Allora, ce lo fai fare questo Governo del Cambiamento?

13) Che bello il governo del cambiamento! Che caruccio Matteo! Sì, siamo una splendida coppia e faremo grandi cose insieme! Hip Hip, Hurrà! Si dia inizio alle danze!

14) Allora, Matteo: io mi prendo il premier e tu ti prendi il potere, io il ministero del lavoro e tu quello dell’interno, io mi prendo la salute e tu ti prendi checcazzotipare, io faccio fare il ministro all’amichetto mio Toninelli taaaanto caruccio taaaanto fedele e tu lo fai fare all’avvocato di Andreotti, tu ti prendi la famiglia e io mi prendo le pari opportunità. Alla Rai io prendo l’amministratore delegato e tu il direttore.

Daje che bello, facciamoci un selfie a Palazzo Chigi insieme! E facci vedere il tuo ministeeero!!!

15) Abbiamo sconfitto la povertà! Tutti sul balcone!

16) Che ha fatto Matteo? Ha chiuso i porti? Uhm… e va bene. Cosa? Nogarin apre il suo porto? Chiudete la bocca a Nogarin! E fate stare zitto Fico, cazzo!

17) Battisti catturato! Ora marcisce in galera. Selfie?

18) Ma perché ce l’avete tutti con noi? Noi siamo il governo dei buoni, il Governo del cambiamento! Ce la mettiamo tutta, ci mettiamo il cuore! Anche al mare stiamo sempre al cellulare!

19) Matteo ha sequestrato la nave Diciotti? Oddio. Uhm… intanto fate stare zitto Fico! Va bene, quello che fa Matteo va SEMPRE bene!

20) Matteo imputato per sequestro di persona? E va bene, tanto non lo condannano. Dobbiamo votare l’autorizzazione a procedere per farlo processare? Va bene, dove è il problema? L’ha detto anche lui che si fa processare. Ci si difende nei processi, non dai processi!

21) Matteo ha cambiato idea e non vuole più farsi processare? Azz, e adesso che facciamo? Sì, sì, ci si difende nei processi non dai processi però non è che adesso possiamo fare incazzare Matteo, sennò fa cascare il governo e ci manda tutti a casa! Sai che ti dico: se Matteo è colpevole, anche io lo sono! E anche Conte! Ci processino tutti, voglio proprio vedere!

22) Ci processano tutti davvero? Oddio, come se ne esce da questa situazione? Allora niente autorizzazione a procedere, e chi se ne frega. No, no ma mica lo dico io, lo dice la base! Non lo dice? Facciamoglielo dire! Facciamo una votazione su Russeau e facciamo decidere alla base di salvare Salvini.

23) Salvo Salvini, il Popolo ha deciso! Salvo il Governo del cambiamento! Viva noi, quanto siamo bravi!!!

24) Come? Salvini sta raddoppiando i consensi e noi li dimezziamo perché stiamo facendo la figura dei maggiordomi? Dici che se vince le europee l’amico Matteo ci prende tutti a calci nel culo? Dobbiamo far vedere che abbiamo le palle? Ok, mo guarda che ti combino!

25) Matteo vuoi fare la TAV? Te la metti nel culo, la Tav! La Tav non si fa perché così ho deciso! E Siri? Hai un sottosegretario indagato e te lo vuoi tenere? E io lo faccio cacciare! Te la prendi in culo, Matteo! Con chi pensi di avere a che fare? Ah ah! Te lo faccio vedere io, chi è Di Maio!!!

26) Vergogna il congresso di Verona e tutti i leghisti che ci vanno! Vergogna i politici della Lega che rubano! Viva Fazio, viva La Gruber! Noi sì che siamo buoni! Votateci! Non fateci fare figure di merda, per favore!!!
Oh, avete visto che bella fidanzata che mi hanno dato? Io sono contro il congresso di Verona, ma non sono mica gay eh. Guardate, ci baciamo anche! Non sono gay! Sono maschio quanto Matteo, ma più pulito ed educato! Aiutoooooo!

27) Leghisti ladri e fascisti, con Matteo non ci parlo più. Stiamo cattivissimi, pensa che addirittura non lo seguo più nemmeno su instagram! Votatemi che io non sono come lui! Io sono buono!

28) Oddio che disastro. Oddio che abbiamo combinato. E adesso? Bugani, Casaleggio, Casalino! Che devo fare? Tiratemi fuori da questa merda! Che devo dire? Che devo fare?

29) Cari attivisti, dovete decidere voi se mi devo levare dalla palle o continuare a fare il vostro amato e indiscusso leader oltre che il ministro e tutto il resto. Decidete voi, ma considerate che:
– sono stato tanto buono e ce lo messa tutta.
– Beppe mi difende, Di Battista s’è placato, Paragone mi ha chiesto scusa, e gli altri li abbiamo messi a tacere.
– I gruppi parlamentari sono con me.
– Voi siete con me e mi direte di restare almeno con l’80% dei voti.

30) Yahuu, sono salvo! Mattteeeeeeo, dove sei? Non sarai mica arrabbiato, vero? Dai che scherzavo, adesso facciamo tutto quello che vuoi, basta che mi lasci la poltrona.

    Questa voce è stata pubblicata in satira. Contrassegna il permalink.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.